giovedì 31 gennaio 2008

L'ASSEDIO DEI GIOVANI APRE A RON PAUL LE PORTE DI MTV

Esemplare storia a lieto fine: stavolta l'assedio delle proteste e la valanga di email a difesa della libertà di parola ottengono che Ron Paul sia invitato all'importante dibattito su MTV di Sabato prossimo. Vedremo che trattamento gli verrà riservato, ma intanto è già un successo, sicuramente indigesto per i presunti front-runners.
Non conosciamo i dettagli, ma la formula pare interessante: al "Presidential super dialogue" parteciperanno tutti i candidati, i due democratici e i quattro repubblicani. Non sembra che dibatteranno tra loro, ma ciascuno sarà sottoposto dai ragazzi a numerose domande.
Si prevede una copertura ed una interattività altissima.

Segue comunicato di MTV.


Un obiettivo chiave di "MySpace-MTV
Presidential Dialogues" è di assicurare che la voce dei giovani venga ascoltata nel corso di queste elezioni.
A causa della stragrande richiesta da parte dei giovani sostenitori di Ron Paul , e per il suo forte gradimento nei sondaggi tra i giovani elettori, è con emozione che lo invitiamo a partecipare sabato prossimo allo speciale "Closing Arguments". L'invito è stato esteso alla sua campagna e attendiamo con ansia la loro risposta.

------

(Non illudiamoci che il clima sia più disteso! Perciò già che siamo in tema di miusic, tiro fuori dal cassetto -prima che spariscano tutti i candidati citati nella canzone!!- la presentazione del video più politically scorrect del mondo paulista...)

Ron Paul for the long haul.



Il pezzo hip hop che accompagna il video è stato prodotto appositamente pro-Ron Paul da King Solomon ed è cantato dal rapper Roy Shivers.
Mi dicono che siano musicisti di qualità, nel ramo. Il testo è d'assalto. Grazie a questa edizione -sottotitolata in inglese- si comprende bene la sfilza di invettive lanciate. Sono strapazzati, a ritmo di rap, i candidati che non muovono un dito contro la tortura e le violenze in patria e in Iraq, sedicenti cristiani ma abortisti. Giuliani è un pupazzo dei banchieri, oscuro insabbiatore dell'11 Settembre. Hillary è manovrata da Cfr e Bilderberg. Obama è un falso pacifista pronto a bombardare l'Iran. Insomma, non si nega niente a nessuno. E' invocato persino il ritorno al commercio bilaterale! "I politici si vendono l'anima", ritma Shivers. E' un fatto peculiare di questa campagna: rappers, rockettari neri o bianchi, probabilmente milionari, appoggiano gratis un anziano candidato conservatore. Talvolta, come fa Shivers, osano temi indicibili che da noi attirano subito etichette di nazi-comunista. Fanno arrivare all'orecchio di migliaia di giovani sigle e nomi (bilderberg, cfr, illuminati) che mai avrebbero sentito, confinati come sono in riviste introvabili e siti troppo noiosi per chi cerca musica su Youtube.
Tutto questo ovviamente non è sotto la responsabilità di Ron Paul, però, canta il rapper, è lui l'unica speranza.

9 commenti:

traxshish ha detto...

http://www.youtube.com/watch?v=6lAFfLy05_Y

sulla via di Damasco

LAj ha detto...

Forza PAUL!

Alberto ha detto...

Allora ha ragione John Perkins ("Confession of an ecnomic hitman"): noi POSSIAMO cambiare il corso delle cose, influenzare le corporations, cambiare lel loro politiche...


bene bene (anche se è un duro lavoro!!!!)

BREDA ha detto...

SEMPLICEMENTE GRANDIOSO!!!!!!!!!!!!!!
Come per il sito AGI, ancge per MTV la forza dei Paulisti e' stata dirompente!!!!!!
SE VUOI....PUOI!

FORZA RON PAUL

BREDA

www.noinatimale.it

Andrea ha detto...

>alberto

per ora temo che siamo solo nel campo della benevola concessione.
guardiamo come ha commentato "silicon alley", rivista che già citai, vicina a bloomberg e al resto del potere. Con tono scherzoso finge autocritica per aver predetto la fine di RP, mentre invece è arrivata quella di Edwards e di Giuliani, e poi conclude velenosetto:

...ma la verità è che semplicemente
ora RP appare sul palco accanto a Clinton, Obama e Huckabee, la sua candidatura sta ottenendo un timbro di semi-approvazione dall'establishment. I suoi sostenitori dovrebbero esserne contenti, se sono capaci di mettere da parte il loro odio per il suddetto establishment.

Francesco Rossi ha detto...

Bel pezzo quello di Solomon/Shivers!! spacca veramente...
Sempre in tema di musica: se c'è qualche rockettaro sul blog..dopo Aimee Allen e John Mayer, anche i Foo Fighters (più famosi qua da noi) appoggiano Ron...

Anonimo ha detto...

Mio Dio che schifezza.... Mi devo ricredere su quello che ho detto: ho visto buona parte del dibattito su Youtube ed è semplicemente SCANDALOSO come hanno tagliato Ron Paul!!!

Ma allora mi domando:

1) gli americani sono scemi tutti?
2) il potere di una emittente televisiva è tale che qualunque sopruso le viene perdonato?
3) esiste una giustizia a questo mondo?

Non vorrei fare il Blondet (...) della situazione (che onore), ma qualche volta viene proprio da pensare che la rivoluzione ARMATA sia l'unica soluzione...sigh!

Comunque notevole il Nostro: non perde la pazienza, non si altera, anche quando lo SALTANO (letteralmente) nell'ordine dele domande, lo INTERROMPONO dopo poche battute (e sì che ne dice di cose intelligente, mica parla politichese come gli altri, Romney e Mccain soprattutto), lo escludono insomma.

Una persona normale si sarebbe alzata e se ne sarebbe andata, lui niente, tranquillo al suo posto...veramente una lezione di vita e di stile. Da mandare a memoria!

Alberto

Anonimo ha detto...

come si fa a scaricare il filmato con la canzoncina hip hop? sono imbranato col pc

Andrea ha detto...

>imbranato

vai su google e metti "ron paul long haul" il video lo trovi poi credo che per scaricare devi avere il programma