giovedì 10 gennaio 2008

Nel voto "a mano" Ron Paul è al 15%...

Saggezza antica.

La probabilità di frode nel voto in New Hampshire ha un elemento a suo favore non trascurabile: tutti, ma proprio tutti i sondaggi davano Obama davanti a Clinton con margine ora largo ora larghissimo. Il fatto che nessuno avesse previsto niente in controtendenza è stato sollevato in qualche trasmissione, ma i media si guardano bene dal tirare conclusioni. E' più facile parlare di disfatta dei sondaggisti.
Sul fronte paulista, non sembra che arriverà una richiesta ufficiale di riconta, ma tra i seguaci molte osservazioni si affollano, soprattutto a favore dell'operazione.
In fondo al post riportiamo un editoriale di Michael Nystrom che valuta la gravità della situazione in America.
Intanto si è trovato un altro distretto, Greenville, che è passato da zero a 25 voti, dopo le autodenunce degli elettori di Ron. Come è stato già osservato, ciò può accadere dove spicca lo zero sui tabulati, ma gli altri report, a questo punto, come si fa a pensare che siano attendibili? Inoltre mettendo in luce dati come quelli che riportiamo di seguito, si resta impressionati: nei distretti, circa il 18% del totale, dove c'è stato il tradizionale voto su scheda di carta e realtivo spoglio manuale, il risultato medio per Ron Paul è stato del 14.8373%, equivalente al 3° classificato. Il problema, la frode quasi certamente, sta nei voti contati col software di Diebold, l'azienda che ha in appalto il voto elettronico.
Secondo i risultati ufficiali Ron Paul è all'8%, ma in nessun distretto dove si è svolto lo spoglio a mano il voto a Paul è stato inferiore al 10%!
Il campione è troppo alto per non essere indicativo, i distretti sono "misti" sul territorio, omogenei a quelli conteggiati elettronicamente!
Inoltre, numerosi distretti riportano percentuali altissime di voto ad “altri”: il 5, 10 talvolta oltre il 20%. Ma quali altri?? In un voto elettronico, senza nemmeno la possibilità di scrivere sulla scheda un nome per protesta?!
Ecco l'elenco dei distretti "conteggiati a mano"con le percentuali di voto a Ron Paul ufficialmente rilevate:

richmond is hand count 34%
lyman is hand count 28.7%
Orange is hand count 25%
Harts location is hand count 25%
wentworth is hand count 24%
goshen is hand count 17.68%
marlow is hand count 16.6%
cornish is hand count 14.8%
Rumney is hand count 14.5%
croydon is hand count 14 %
dorchester is hand count 13.89%
effingham is hand count 13%
albany is hand count 12.9%
antrim is hand count 12%
south hampton is hand count 12%
sullivan is hand count 12.61%
troy is hand count 12.21%
mason is hand count 11.88%
newport is hand count 11.45%
charlstown is hand count 11.3%
Allenstown is hand count 11.16%
bristol is hand count 11%
warren is hand count 11%
Strafford is hand count 11%
washington is hand count 11.02%
lancaster is hand count 10.9%
springfield is hand count 10.6%
wilton is hand count 10.37%
Northfield is hand count 10.3%
mont vernon is hand count 10.25%


-------------------------------------


Ripristinare la certezza del voto

Michael Nystrom, dailypaul editor


(...) Trovo sul sito Reddit, molto frequentato dai giovani, che la storia delle possibili frodi in New Hampshire è al top del rating. C'era questa citazione: “Perché la democrazia funzioni, il sistema deve essere trasparente e mantenere la fiducia dei suoi partecipanti. Le macchine private per il voto falliscono entrambi questi obiettivi. Gli americani, per quanto ne so, sono ancora in grado di contare, e quindi dovrebbero tornare esclusivamente allo scrutinio cartaceo. "
C'è stata frode nel voto la scorsa notte? Con tutto quello che ho sentito dire sul sistema di scrutinio e su Diebold, ne ho il forte sospetto. Il punto è che non posso provare nulla. Perché no? Perché il software Diebold è "proprietario" - in altre parole, segreto. Ma, oltre che di macchine per il voto, Diebold è anche il produttore di molti bancomat che usiamo ogni giorno. Avete mai visto un bancomat che non dà una ricevuta? Accetteremmo una cosa del genere? Perchè la macchina da voto Diebold non può dare la ricevuta?
Meglio ancora, perché non abbiamo macchine per il voto basate su software open source che i programmatori possano analizzare e discutere? Molta parte di internet gira su software open source, chiunque può vedere il codice e sapere che cosa sta succedendo e come. Linux, Apache, MySQL, PHP e Drupal, il software che Daily Paul usa è open source, aperto a ispezione, creato dalla comunità per il beneficio di tutti.
O ancora meglio ancora, perché non ritornare al voto cartaceo? Che senso ha la fretta di contare le schede e di proclamare i vincitori? La velocità è più importante della verità?
Chi è il responsabile dell'acquisto e dell'installazione di questi sistemi di voto e di conteggio, nel vostro stato e nella vostra città? Dove è la responsabilità di tutto questo?
Come ho detto ieri sera, questa rivoluzione non è finita. Non sarà mai finita. La libertà non è gratis. Il prezzo della libertà è eterna vigilanza.
Il rating dato a questa vicenda sul sito Reddit dimostra che i giovani stanno prestando attenzione. È facile per alcuni di questi ragazzi, cresciuti in questa cultura dei media, sentire puzza d'imbroglio. Quanto si è parlato di frode nel voto sui vecchi media? Non sto guardando la TV, ma sono abbastanza sicuro che la risposta è pari a zero.
La domanda che mi pongo adesso è questa: E' ancora l'America questa, se un uomo onesto non può pretendere un voto onesto? Per quanto tempo chiameremo ancora questo posto America? Per capire cosa sta succedendo, non c'è migliore libro da leggere proprio ora di "The end of America" di Naomi Wolf. E' urgente capire.
La fine dell'America per molte persone è già arrivata: vedono l'abominio che questa nazione è diventata - una nazione non più governato dalla legge, ma da uomini potentissimi e da blocchi industriali. Per molti di noi, Ron Paul è la nostra speranza. "La nostra ultima, ottima chance" ho sempre detto, per tornare ai principi su cui questo paese è stato fondato. Se perdiamo questa occasione, allora che cosa diventerà l'America?

Abbiamo il nostro lavoro da svolgere. Per noi, amici.




19 commenti:

Anonimo ha detto...

Che ricontassero i voti. Ma perchè Paul non lo chiede? Eppure 67000 dollari li ha!

Gerontion ha detto...

ciao andrea, forse m sono perso qualcosa cmq vorrei sapere dove hai presto i tuoi dati. su questo link http://ronrox.com/paulstats.php?party=REPUBLICANS

la media di paul per i voti su carta è sopra il 9 non al 15... e ho letto circoscrizioni che tu non hai messo, fammici capire di più. e cmq teniamo duro, questo è solo l'inizio!

schwul-und-liberal ha detto...

A very nice site! How do you think about the Bruno Leoni Institute? Do you know Alberto Mingardi?

Gaylibertarian Greetz from Germany!

michele ha detto...

E questo tedesco? ;) Ma sarà pro Paul? :)

ssasasas ha detto...

C'è da chiedersi come mai tutti, pur sospettando brogli, accettino l'esito probabilmente falsato senza chiedere severe indagini e accertamenti: la sinistra alle ultime votazioni italiane, kerry a quelle americane.
Sarà questo il teatrino?

Anonimo ha detto...

condivido. fa incazzare, i soldi ci sono, e se anche fosse l'un per cento di voti rubato avrebbe una ricaduta enorme agevolando paul. a volte mi stupisco di cose che potrebbero essere ovvie.
www.michelepisano1988.ilcannocchiale.it

ssasasas ha detto...

http://snipurl.com/1x3we

Per chi cerca riferimenti alla notizia.

mauriziodangelo3@gmail.com ha detto...

forza ron !

Alberto ha detto...

Troppo bello il video sulla destra: "Where is the Love"!!!!! da far vedere in tutte le scuole!!!!

Link youtube:
http://www.youtube.com/watch?v=sRePoKNDZ5g

per il testo:
http://www.soundclick.com/lyrics/getLyrics.cfm?T_ID=T++8278722&A_ID=R+++645207

Se ci sono insegnanti di musica, di lettere, di storia, di geografia, di inglese, anche di educazione fisica (ma sì, fate fare un balletto sopra) ve ne prego, fatelo vedere ai ragazzi!!!

PS se non sapete come scaricare un video youtube, potete usare www.keepvid.com.

Non lasciamoci imbrogliare dai racconti di guerra che arrivano dalla TV: qui c'è la realtà amara che vogliono farci dimenticare.

Anonimo ha detto...

Che bello il sito affollato! ma io ho fatto una domanda oggi! Vorrei info sul prossimo stato!
michele

Andrea ha detto...

>gerontion

io ho preso i riferimenti da qui,

http://www.ronpaulwarroom.com/?p=749

e mi sono fidato!
ho visto che era riportato da altri siti paulisti.
comunque sia, in due distretti "l'errore" è stato ammesso, e comunque paul non vuole usare l'arma del riconto, forse sa che non si cava un ragno dal buco e si fa la figura del perdente isterico, anche se ci sarebbero validi motivi.

Andrea ha detto...

> schwul-und-liberal

I know Leoni institut but i'm not a liberalism expert. I have read some article of Mingardi and Lottieri. Leoni,like Cato institute, does not endorse Ron Paul: although libertarians they seem closers to neocons. I think they are too connected with big corporate business.

>michele
eh! mica lavoriamo a tempo pieno qui!
il prossimo stato è il michigan il 15, spero che ci arriveremo vivi!

Gerontion ha detto...

da un commento al post ke mi hai detto:

"But for now, the 125 hand-counted precincts did show something interesting…

Candidate Votes Percentage
McCain 15,974 39.48%
Romney 10,279 25.41%
Huckabee 5,332 13.18%
Ron 3,771 9.32%
Giuliani 3,277 8.01%
Thompson 553 1.36%
Hunter 255 .63%
Some other 1,011 2.49%

At the very least, we’ve been jipped our rightful 4th place… and the bragging rights of beating Rudy AGAIN! Like I said, I can’t believe the other 178 precincts were that different than these 125."
quelli ripresi da te e listati da ronpaulwarroom sono solo i distretti migliori, ne mancano un bel po'. in ogni caso il problema si pone anke per i conteggi a mano...

Anonimo ha detto...

Ora pensiamo al michigan... non mi pare facile... un sondaggio lo da al 4... terribilmente poco,,,il migliore è un sesto posto con l 8 a due punti dal quarto, pero è di dicembre.michele

L'agliuto ha detto...

Cari Andrea ed Alberto,
per quel che vale il mio parere, siete stati nominati "thinking blogger" anche da me. Trovate l'onorificenza (cumulativa) al sottostante indirizzo.
http://iperhomo.splinder.com/post/13910134$BlogItemPermalink$
A presto.
Iposcar

P.S. La risposta di Alberto al mio commento precedente (dove si parlava di una punizione ultraterrena consistente nell'azzeramento perpetuo del numero di anni trascorsi in graticola) merita un lungo discorso.
Qui, in breve, vorrei dire che non si tratta solo di una speranziella (consistente nel pensare che, dove non arriva la giustizia umana, arriverà quella divina), ma di un preciso obbligo di fede. Mi spiego: in una struttura sociale tradizionale (impero sacro romano o ottomano che sia) la pena, anche quella capitale, viene comminata da un potere temporale legittimato dall'autorità spirituale. Un potere laico, e pertanto delegittimato, non ha alcuna autorizzazione a punire (il che, tra l'altro, spiega perché la Chiesa sia oggi - e solo oggi - contraria alla pena di morte).
Ne consegue che, per il credente, che un colpevole sia punito o meno, oggi come oggi, non fa differenza alcuna, perché la punizione celeste (che sarebbe stata evitata, al colpevole, da una punizione terrestre eseguita a norma di Legge) dovrà attuarsi in entrambi i casi.

Andrea ha detto...

grazie agliuto trinomato!
ho risposto anche sul tuo labirintico blog.
il resto delle tue osservazioni le lascio scolpite lì, senza commento.
le apprenda chi può.

messier ha detto...

ciao a tutti, ragazzi... che vuol dire DIEBOLD ? niente; che vuol dire DIE BOLD ? qualcosa...

BREDA ha detto...

Da tutti i vostri commenti sento molta partecipazione...molto bene, molto bene, vuol dire che a questo mondo siamo ancora in tanti a preoccuparci di cose importanti! Comunque, io penso che lo staff di Ron, e non lui in persona, dovrebbe richiedere la riconta, cosi' giusto per far vedere i brogli che ci sono stati, pero' e' anche vero che nessuno parla di mai di Ron, e ho paura che anche stavolta nessuno della stampa se lo fili....
Tenere duro e guardare avanti...
BREDA

Anonimo ha detto...

A proposito di IBL e Ron Paul, questo articolo può essere utile:

http://www.opinione.it/pages.php?dir=naz&act=art&id_art=196&edi=6&dated=10-01-08&aa=2008