venerdì 25 gennaio 2008

RON PAUL: IN LOUISIANA INCLUDETE TUTTI I VOTI VALIDI

ECCO COME HANNO TRUCCATO IL CAUCUS!

Anche oggi duro lavoro nella sede del Gop Louisiana.




Il testo che segue dovrebbe essere sulle pagine di tutti i giornali.
Cronache elettorali dalla più grande democrazia del mondo.


Comunicato stampa ufficiale della Ron Paul Campaign.
-------------------------------
La Ron Paul Campaign al Partito Repubblicano della Louisiana: contate tutti i voti

Gli errori del partito mettono in questione i risultati del Caucus

ARLINGTON, VIRGINIA - Oggi la campagna presidenziale di Ron Paul invita il Partito repubblicano della Louisiana a conteggiare tutte le schede presentate al voto nel caucus del 22 Gennaio. "Il fallimento del GOP della Louisiana nel determinare correttamente chi aveva diritto di votare e chi no, ha gettato l'intera procedura nel caos", ha detto Lew Moore, responsabile della campagna di Ron Paul. "Il partito deve correggere questo errore, contando tutti i voti immediatamente e comunicando i risultati".

A causa degli errori del GOP Louisiana, sono stati costretti a votare su schede provvisorie alcune centinaia di elettori, inclusi i quasi 500 che potrebbero cambiare l'esito delle elezioni. Secondo i funzionari di partito, le sedi dei caucus si basavano su di un elenco di elettori iscritti al primo novembre 2007, nonostante il fatto che, secondo le regole dei caucus, gli elettori potevano essere registrati come repubblicani fino al 30 novembre 2007.
Il Segretario di Stato della Louisiana comunica l'esistenza di 2709 residenti registrati come repubblicani tra l'1 novembre 2007 e il 30 novembre 2007.

Inoltre nel giorno del caucus, è successo in numerosi casi che i candidati delegati di Ron Paul - provvisti di regolamentare autenticazione e i cui nomi erano inseriti nella normale scheda per il voto - si sono ritrovati inseriti a forza su schede a parte, a titolo provvisorio, nonostante il fatto che fossero pre-approvati come delegati.

Il GOP della Louisiana ha anche cambiato le regole all'ultimo minuto per consentire agli altri candidati di raccogliere più delegati.
Al momento della scadenza stabilita in origine, il 10 gennaio, Ron Paul aveva il maggior numero di candidati delegati collegati con la sua candidatura.
All'ultimo minuto il partito ha cambiato allora le regole, prorogando al 12 gennaio la chiusura delle liste, in modo da permettere agli altri candidati di raccogliere più delegati.

12 commenti:

Anonimo ha detto...

Buongiorno a tutti. Con amarezza noto che le primarie, finchè non c'è una votazione importante, scivolino nel dimenticatoio. Con maggiore amarezza noto anche che pochi media analizzano la situazione Louisiana. E anche noi, abbiamo ben poco da dire. Caro Andrea, il post da te pubblicato può dare conforto. Ma siamo sicuri che questo "scritto" della RP campaign abbia successo? Io lo spero vivamente. Ma rischia di diventare lettera morte nel GOP. Ciò che mi fa rabbia è non sapere nulla! Ma Ron Paul che sta facendo? Esca di persona allo scoperto, e saremo tutti più tranquilli.
http://www.michelepisano1988.ilcannocchiale.it/

BREDA ha detto...

Ciao ragazzi, penso che Michele abbia ragione. Ron deve uscire allo scoperto con una bella conferenza stampa aperta a tutto il mondo grazie a Youtube e denunciare lo scandalo della Louisiana. O quantomeno mettere gli altri candidati con le spalle al muro su questa surreale vicenda.

FORZA RON PAUL!!!!

BREDA

Anonimo ha detto...

Sembra che ci stiamo appiattendo!
Credo una cosa: io sono abbastanza ottimista solitamente. E lo sono pure in questo caso. Manca poco al grande martedì. Sarà difficile. Ma nel Maine Paul vincerà, dopo il grande martedì non ci sarà ancora il vincitore tra i repubblicani. E la partita rimarrà aperta sino ad aprile maggio... vedrete... Michele

Alberto ha detto...

Kucinich si è ritirato. Speriamo che almeno la parte di elettroi che vedeva in lui la possibilità di finire questa guerra ingiusta (aggressione è il termine esatto) si rivlga a RP.

Avete letto "Some good news and some bad news"? Finalmente si ammettono esplicitamente i brogli.

Almenola finirà di voler correre esclusivamente come repubblicano, e si convincerà di
1) avere l'America dalla sua
2) avere il GOP contro.

Vi allego la mail:

Thursday was both a good day and a bad day for Ron Paul.

First, the good news: Ron Paul has unveiled his Comprehensive Economic Revitalization Plan. Other candidates may peddle so-called "stimulus" packages, but only the bold economic vision laid out by Dr. Paul provides a real plan for reforming our economic system.

And Friday, newly appointed economic advisor Donald Luskin will discuss Ron Paul's economic plan on Mancow at 9:30 AM ET and on Ed Schultz at 1:30 PM ET. Listen in and enjoy!

Today we also unveiled a new graphic on our front page which we call "There were 11, now there are 5", which highlights the fact that over half of the original contenders for the GOP presidential nomination have now dropped out of the race. Who will be next? Can Rudy Giuliani survive more primary losses to Dr. Paul than the five he's already sustained?

But now the bad news: Not surprisingly, the political and media establishment are trying to stop Ron Paul's message from getting out. Just look at what's happening in Louisiana. The Louisiana Republican Party has only posted "unofficial" results from the state's Jan. 22 caucuses on their website. And they are claiming that John McCain won with Ron Paul in second.

But we suspect that when all of the provisional ballots are counted, Ron Paul's showing will be even better. For more information on the "boondoggle in the bayou", read ABC News' coverage here.

There's a ton going on, and as always, more news will be coming. But as you know, we are competing against an entrenched media and political elite. For that reason, it is even more important that we have the war chest necessary to get Dr. Paul's message - our message - out to the rest of our country. Donate as generously as you can now: https://www.ronpaul2008.com/donate.

The fight has just begun.

Jonathan Bydlak
Fundraising Director
Ron Paul 2008

Anonimo ha detto...

non si sa più nulla allora sui risultati?

Alberto ha detto...

Già che state navigando, fate qualcosa di utile: andate a votare online sul sito della AOL per Ron Paul!

ecco il link:
http://news.aol.com/political-machine/straw-poll/

BREDA ha detto...

Porca miseria!!!! Ho seguito il consiglio di Alberto, ho votato nella prima, Alabama, poi ho guardato i risultati e Ron il generale e' secondo, ma in molti stati e' primo!!!! Seguite tutti il consiglio di Alberto e andate a votare.....

FORZA RON PAUL!!!

BREDA

www.noinatimale.it

otorongo ha detto...

Ho votato. E' vero, Ron Paul è secondo, con soli 3 punti percentuali di distacco da Mc Cain. VOTA ANTONIO ! VOTA ANTONIO ! VOTA ANTONIO !

Anonimo ha detto...

Alle ore 10.40 di domenica RP secondo con 52.531 voti; Romney 59.035.

Teniamoli d'occhio, questi sondaggi...

Alberto

Anonimo ha detto...

punti deboli e forti del nostro uomo a questo punto della campagna elettorale:
punti deboli di sicuro il fatto che ormai i media hano deciso di censurare completamente ron paul.
punti forti il fatto che ormai da 11 i repubblicani in corsa sono diventati 5 e ron è tra loro!!
e questo nonostante abbia il "mondo" contro.
ora la speranza è che huckabee e giulizani gettino la spugna e così rimarrebbero in tre,da quel momento sarebbe quasi impossibile per i media ignorare ron paul.
comunque io sono convinto che per vedere la campagna di ron paul decollare in maniera assoluta ci vorrebbe un fatto clamoroso,tipo un appoggio per ron da parte di qualche ricchissimo ed influente rappresentante del mondo finanziario-industriale ecc...
una persona che ne condivida le idee e la visione degli usa e per questo esca allo scoperto dando appunto il suo appoggio a ron e,così facendo,costringendo tv giornali ecc..a parlarne.
oppure un altro appoggio clamoroso potrebbe essere dato dalle forze armate o da qualche generale stanco della guerra,così facendo si aprirebbe una falla nel sistema mediatico e anche li si scatenerebbe un putiferio costringendo i soliti media a mettere ron in prima pagina.
per ora sono sogni....ma non si sa mai..
marco

Anonimo ha detto...

Visto che sono una campagnola ho votato in Wyoming! E Ron Paul è primo!
Marty

Alberto ha detto...

Per Marco: sono d'accordo con te, però bisognerebbe che questo "endorsement" avvenisse prima del 5 febbraio (Big Tuesday); immagino che lì i giochi saranno fatti...