giovedì 22 novembre 2007

Federalismo sessuale

Usa, carta identita' senza sesso
Polemiche dopo decisione del comune di San Francisco


(ANSA) - NEW YORK, 21 NOV - A partire dall'agosto 2008 il comune di san Francisco comincera' a emettere carte di identita' senza indicazione di sesso. Foto, data di nascita, generalita' del titolare saranno presenti come sempre, ma manchera' la casellina che attualmente identifica l'appartenente come maschio o femmina. Inevitabili le proteste dei movimenti conservatori: per Sprigg del Family Research Council, le carte senza sesso ''incoraggiano l'idea che l'identita' di genere e' flessibile''.

***
Paradossi del federalismo:
il Congresso degli Stati Uniti ha varato le nuove Identity card a cui Ron Paul si oppone, che nel giro di qualche anno, con solo qualche centinaio di milioni di dollari per l'adeguamento, conterranno tutti i dati fisici, biologici, sanitari e fiscali del cittadino, permetteranno di localizzarlo e saranno tutt'uno con la sua carta di credito. Uno stato di polizia, ma anche di polizza, e di banca. La vittoriosa triplice alleanza del controllo sul cittadino.
Nel contempo, il gaio comune di San Francisco, noncurante delle decisioni centrali, si preoccupa di mantenere la privacy su qualcosa che dovrebbe essere ovvio a prima vista: l'identità (non dico l'orientamento!) sessuale.
Variano quindi le regole di approccio: non si chiederà più ad una ragazza "ciao come ti chiami" ma "sei una ragazza?". La risposta inevitabile: "ma a te che te ne importa?"


La campagna elettorale già si adegua

Hillary e Bill Clinton (fotomontaggio)



Rudy Giuliani (non è un fotomontaggio)

6 commenti:

Anonimo ha detto...

Vi prego guardate questo video con Rudy Giuliana

http://it.youtube.com/watch?v=4IrE6FMpai8&eurl=

è proprio lui...
pubblicatelo!!!

Anonimo ha detto...

mandate il video ai buffoni di forza italia...ops...pardon....ora si chiamano pipì(partito popolare o del popolo...qualcosa del genere)
Ron fai a pezzi giuliana,mi raccomando!
paolo

Marty ha detto...

Allora avevano ragione gli antichi greci...maschile femminile e neutro!!! Peccato che il neutro fosse per le cose...ma se fosse così, allora l'essere umano, secondo questa visione, diventa una cosa...sto partendo per la tangente?
Cmq perchè non sentirsi pinguino, cane,paguro,lombrico,fagocero, sogliola,razza, ecc. a seconda di come uno si sveglia la mattina???
Rivendico la parità di essere vivente!!!
Ditelo a quelli di San Francisco: "siete indietro anni luce!!!" Altro che identità di genere, ecc. ecc., qui si pronuncia il principio di identità di essere vivente!!!
Quindi da domani chiamatemi Safira come il mio cane, ed il mio cane chiamatela pure Marty, per dopodomani vi faccio sapere...
Ciao Marty.

Sgembo ha detto...

"l Congresso degli Stati Uniti ha varato le nuove Identity card a cui Ron Paul si oppone, che nel giro di qualche anno, con solo qualche centinaio di milioni di dollari per l'adeguamento, conterranno tutti i dati fisici, biologici, sanitari e fiscali del cittadino, permetteranno di localizzarlo e saranno tutt'uno con la sua carta di credito. Uno stato di polizia, ma anche di polizza, e di banca. La vittoriosa triplice alleanza del controllo sul cittadino."

Ammazza!!! Questa storia della id card globale me la ero persa!

(Sto costruendo ron08.blogspot.com, volete entrare nel blogroll o preferite essere linkati nella categoria "siti italiani per Ron Paul" ?)

Andrea ha detto...

Giuliani si merità tutte le ironie, ma anche dei giudizi severi. Consiglio, per le cose serie, questo esauriente articolo di Blondet (peraltro riprende il ny times)
http://www.effedieffe.com/interventizeta.php?id=2426¶metro=esteri

Per il resto, lungi da me il politcally correct, ma ci tenevo a dire che il post mi è stato suscitato dal contrasto tra l'iniziativa di San Francisco e la grave questione della id card, un tema agitato fortissimamente dalla campagna di Ron Paul, perchè vivere in un vero e proprio stato di polizia sempre più costrittivo è allucinante e umiliante per una nazione che sente ancora l'orgoglio di patria della libertà.
Detto questo, condivido il commento di Marty, che azzecca in pieno l'aspetto "filosofico" e il cortocircuito logico della faccenda. A proposito di genere, marty qui per ora è l'unica donna ad intervenire...ma può darsi che mi sbagli, in rete siamo come a san francisco ;-)

Andrea ha detto...

>Sgembo, ciao!

scusa, ma mi ripeto: quando l'altro giorno ti dicevo che sono limitato, è perchè non so "cosa succede" entrando nel blogroll!
cmque piena disponiblità, qualcuno forse ha contattato francesco, che ha qualche limite, per ora (è in africa..) e la mia mail non c'era ancora sul blog.
rispondimi pure qui, o per non intasare il thread manda a Andrea enricomattei2008 at gmail.com
grazie e buon lavoro paulista!